U.S.D. SAN VINCENZO R O C C A V I V I


Vai ai contenuti

Menu principale:


Storia

"Comune" > Morrea

Si crede che il nome del paese trovi la sua origine dalla voce mons (monte). In seguito questa parola unita ad un altra voce (non si sa perchè), come rei (del reo) o regis (del re), ha dato il nome composto di Morrea.

Gisulfo, duca di Benevento, venne in Campania nel 702 incendiando e devastando i paesi della ciociaria fino a giungere ad una località chiamata Horrea, nei cui pressi si accampò. La notizia di Paolo Diacono è poi riportata da tutti gli storici medioevali e molte sono le congetture che si sono fatte. Quella Horrea, che non si è mai potuta identificare con esattezza, potrebbe essere il paese di Morrea.

Comunque Morrea è il paese del comune che compare più presto nei documenti di storia. Prima del Mille si accenna ad una donazione a Morrea o Morreo. Un altro documento di Montecassino parla della chiesa di S.Restituta posta nel territorio di Morrea. Doveva essere abbastanza vasto il suo territorio se sino a tre secoli fa i paesi di S.Vincenzo e S.Giovanni furono chiamati Casali di Morrea e Castronovo fu detto addirittura Castrum Morrei, cioè Castello di Morrea.Il paese era cinto di mura, aveva torri e bastioni e fu in seguito munito di castello posto a ridosso della montagna; aveva ai fianchi precipizi e strapiombi e poteva essere per quei tempi una fortezza inespugnabile.

Nel 1089 si torna a parlare di Morrea in una donazione fatta al monastero benedettino di S.Maria a Luco dei Marsi.

Morrea doveva essere, in tempi remoti, un avamposto dell'antica Antino, se non all'epoca della Repubblica Romana almeno durante l'impero (qualche lapide romana trovata nel suo territorio, come quella conservata nel cimitero di S.Restituta-Le Rosce, potrebbe essere un indizio di quanto descritto).

Nel Catalogo dei Baroni del 1173 Morrea apparteneva alla contea d'Albe ed aveva circa 250 abitanti. Ai tempi di Carlo V aveva 850 abitanti e circa 970 nel 1669. Fu anche Università o Comune autonomo e veniva eletti come amministratori annuali due sindaci "a voti segreti.

Anche Morrea restò divisa dal terremoto del 1915 poichè molte famiglie furono costretto a trasferirsi all'altezza dalla Nazionale 82 e formarono la frazione di S.Restituta.

Home Page | Squadra | Roccavivi | Roccavivesi nel mondo | Eventi | Associazioni | "Comune" | "Valle Roveto" | Giochi | L'angolo del fotografo | Campionati | Mappa del sito


Menu di sezione:


Torna ai contenuti | Torna al menu