U.S.D. SAN VINCENZO R O C C A V I V I


Vai ai contenuti

Menu principale:


"Padre Fortunato"

Roccavivi

Breve storia de
Il Venerabile

Paolo Fortunato DE GRUTTIS
3 mar 1826 Nasce a Roccavivi da Luigi DE GRUTTIS ed Angela COLONE; gli viene dato il nome Paolo
10 ott 1839 Riceve il sacramento della cresima da Mons. Montieri, Vescovo di Sora.
1840 Entra nel Seminario di Sora e vi rimane per circa tre anni, seminarista "diligente e pio".
4 giu 1843 Entra nel noviziato Paliano
14 giu 1843 Indossa l'abito Passionista, cambia il nome di battesimo, Paolo, in quello di Fortunato Maria di S. Paolo
15 giu 1844 Emette la Professione Religiosa, legandosi alla Congregazione "... fino alla morte".
23 dic 1848 Dopo gli studi a Ceccano e Falvaterra viene ordinato Sacerdoti in Veroli.
1851 -1869 Pellegrino obbediente in varie case della Provincia e Missionario itinerante per circa 15 anni. Poi dal 1869 alla morte dimorerà in San Sosio (Falvaterra), esercitando il ministero di Confessore, di Esorcista e Direttore Spirituale.
4 nov 1905 Celebra l'ultima messa. Nella tarda serata un ictus cerebrale lo paralizza totalmente.
28 dic 1905 Muore alla ore 5 del mattino
6 set 1926 Esumazione della salma e traslazione nella Chiesa di S. Sosio.
19 dic 1957 Inizia il "Processo Informativo"
7 gen 1965 Nuova ricognizione dei "resti mortali"
15 ott 1987 Conclusione del "Processo"
19 feb 1992 Riconoscimento della "Eroicità delle Virtù"
11 lug 1992 E' dichiarato "Venerabile" da Papa Giovanni Paolo II


VENERABILE: il 18 febbraio 1992 il Congresso Speciale della Congregazione della Causa dei Santi, discute la "Positio super virtitutibus" del Padre Fortunato Maria di S.Paolo ed, all'unanimità, riconosce ed approva "l'eroicità delle virtù del Servo di Dio". Il 19 maggio l'Assemblea dei Vescovi e dei Cardinali ratifica il voto del Congresso e l'undici luglio 1999 viene promulgato il Decreto di "Venerabilità". Ci sembra opportuno riportare uno stralcio dei giudizi dei suddetti consultori:
"La discussa fama di santità non nasce dal nulla. Al vederlo sempre fedele al suo servizio di confessore nonostante la menomazione fisica, sempre sollecito al bene spirituale e materiale altrui, sempre pronto a perdonare in nome di Dio, sia pure talora con forza e severità, perchè ciò era esigito dal maggior bene dei penitenti, il popolo aveva la percezione di stare davanti ad un individuo eccezionale di santità non comune, eroica appunto, la quale non consiste nel compiere azione eccezionale e sensazionali ma nell'adempimento fedele dei doveri del proprio stato a dispetto del logorio della vita di tutti i giorni, senza mai deflettere".
"L'attualità della figura del Servo di Dio Fortunato Maria di S.Paolo sta soprattutto nella sua fisionomia spirituale di questo sacerdote-religioso il quale ha esercitato una forte promozione della vita cristiana e delle virtù come guida spirituale al nascondimento del suo confessionale, così costituisce un esemplare richiamo per tutti i sacerdoti a non disattendere questo luogo sacramentale di riconciliazione e di rinnovamento dalla vita cristiana pur senza nulla togliere alla missione catechetica e di evangelizzazione".
"La vita del P.Fortunato è un messaggio eloquente proclamato da Dio per i nostri giorni, specialmente per i Sacerdoti che non trovano mai il tempo di dedicarsi all'ascolto dei fedeli nella confessione e nella Direzione Spirituale. E' un messaggio di prudenza e di equilibrio per quanti esercitano il ministero dell'Esorcismo....".

Chi volesse avere più notizie del Venerabile P.Fortunato può consutare i libri di:
Pierlugi MIRRA c.p., "PECCATORI DIAVOLI E ACQUASANTA", 1993, editrice Rogate - Roma
Padre Filippo CIPOLLONE, "UN APOSTOLO DEL CONFESSIONALE - VITA DEL SERVO DI DIO P.FORTUNATO MARIA DI S.PAOLO", 1956, tipografia "La Monastica" di Casamari (FR)

Home Page | Squadra | Roccavivi | Roccavivesi nel mondo | Eventi | Associazioni | "Comune" | "Valle Roveto" | Giochi | L'angolo del fotografo | Campionati | Mappa del sito


Menu di sezione:


Torna ai contenuti | Torna al menu